IL SABATO DEL BOZZETTO/NUOVE DONAZIONI AL MUSEO

Due nuovi bozzetti sono stati donati al Museo:

Balance and counter-balance, 2000 di Cynthia Sah.
Bozzetto presentato nella 5^ ed. di DonnaScultura  e che la scultrice ha utilizzato per raccontare il suo percorso artistico.

bozzetto in gesso

Balance and counter-balance, 2000   –  gesso cm. 17×66,5×25

opera in marmo di Vagli, cm. 200x700x200, collocata a Hao Ran Foundation, Taipei, Taiwan

opera in marmo di Vagli, cm. 200x700x200,
collocata a Hao Ran Foundation, Taipei, Taiwan

“Questo progetto è il più ideale che io abbia mai realizzato, perché la cliente è un’imprenditrice importante a Taiwan, giovane e coraggiosa. Ha creato una fondazione a scopo culturale dedicata a suo padre scomparso qualche anno fa. Questa scultura è in sua memoria, ma non vuole essere un monumento funerario: prima di tutto è una scultura, e poi un ricordo simbolico.
Il modello non è molto diverso dal progetto finale, che però, al contrario del modello concepito in un pezzo solo, consta di due pezzi connessi ad incastro, uno orizzontale ed uno ad onda; la giuntura ad incastro forse non è la soluzione migliore, perché Taiwan è terra sismica e quindi in caso di terremoto l’incastro non ha abbastanza gioco, perché è troppo perfetto.
Balance and counter-balance significa equilibrio e contro-equilibrio, anche nella vita, per creare energia e tensione. Ci vuole equilibrio in tutte le cose che si fanno, ma allo stesso tempo anche un contrappeso: se è bene per noi, non è detto che sia bene per gli altri. Secondo la filosofia cinese, infatti, dove c’è il bene c’è anche il male, non pesa mai tutto da una parte. E così questa scultura significa tanto non solo come struttura, ma anche come significato. é un’opera che invita la gente a toccarla e non solo a guardarla, a sedersi sulla sua parte orizzontale, a non essere intimorita dalla sua grandezza (un’idea venuta anche dal fatto per cui la ditta della cliente è un’impresa di costruzioni). Siccome la scultura è stata creata con andamento orizzontale, è come se si portasse all’altezza delle persone.” (Mostra “DonnaScultura” del 2007, Museo dei Bozzetti Pietrasanta).

e Ferruccio Bresciani, 2014 di Romano Cosci

“Ferruccio Bresciani”, 2014 – gesso cm. 92x37x28

sezione delle tecniche di lavorazione

il bozzetto è andato ad arricchire la sezione dedicata alle tecniche di lavorazione, loggiato esterno primo piano del Museo

Nella primavera 2014 alcuni allievi artigiani di Ferruccio Bresciani hanno deciso di ricordare il loro vecchio maestro formando un comitato con lo scopo di scolpire una statua in marmo bianco a grandezza naturale da collocare nel nascente parco di Capezzano Monte. Il grande artista Romano Cosci, alla notizia di questa iniziativa, si è proposto di realizzare il bozzetto e il modello, ideandone la figura in una delle sue pose abituali. Con l’immancabile giacca e cravatta, con il “mazzolo” in una mano e lo spartito musicale nell’altra, ai piedi un mandolino.

Il monumento è stato scolpito interamente dagli allievi, dalla smodellatura alla finitura, con grande passione seguendo lo splendido modello di Romano Cosci: l’ultima opera cui il maestro ha lavorato prima della sua scomparsa.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...